Lavori di marzo: la semina del prato

Viole, primule e bulbose sprigionano una delicata fragranza nell’aria, le giornate si fanno sempre più lunghe e al mattino si inizia a sentire il canto dei primi uccellini. La primavera sta arrivando! E’ il momento giusto per sistemare le aree verdi e preparare il giardino all’arrivo della bella stagione.
Marzo, in particolare, è il mese per seminare il tappeto erboso e sistemare eventuali aree del giardino dove manca o è rovinato.

Non sai da dove iniziare? Di seguito trovi tutte le risposte alle tue domande.

Come si scelgono i semi?

Per i giardini di Vicenza e le zone del nord Italia in generale, le piante erbacee consigliate sono quelle che germinano a temperature tra 15 e 25°C, le cosiddette specie microterme.

Loglietto, Festuca rubra, Poa pratensis e varie graminacee: a seconda di quanto e come si vive il prato, esistono in commercio delle miscele di semi già pronte, più o meno resistenti al calpestio. Ci sono anche specie indicate per le zone ombreggiate e quelle resistenti alla siccità. Basta scegliere la miscela che più si adatta alle proprie esigenze.

Possiedi un cane? Scegli un prato resistente: vietate specie erbacee delicate da mantenere, sì a specie rustiche.

Come si semina il prato?

Preparare il terreno

Prima di procedere alla semina del prato sono necessari i seguenti passaggi

  1. Togliere sassi e pietre.
  2. Eliminare eventuali infestanti.
    E’ importante ricordare che i diserbanti chimici sono inquinanti per l’ambiente. E’ consigliabile quindi scegliere prodotti ecologici o estirpare manualmente gli ospiti sgraditi, soprattutto se il giardino verrà vissuto da famiglia e animali.
    Non dimentichiamoci anche che, in aree verdi di dimensioni ridotte, togliere a mano le infestanti (avendo cura di rimuovere anche l’apparato radicale) è la tecnica più sicura e precisa.
  3. Arieggiare e smuovere il terreno.
    Per grandi superfici è conveniente utilizzare una motozappa, altrimenti se il giardino è di piccole dimensioni, si può vangare a mano fino ad una profondità di 20 cm.
  4. Concimare.
    E’ un’operazione da fare in contemporanea all’aratura del terreno: si distribuisce un concime granulare specifico in modo da favorire lo sviluppo e assicurare nutrimento al tappeto erboso.
  5. Livellare il suolo.
    Una volta vangato il terreno, con un rastrello si dovrà spianare la superficie. Ora, per assicurarti un bel prato uniforme, sminuzza il letto di semina (i primi 3-4 cm di terra) eliminando lotti e grumi.
Sgomberare e pulire il terreno da sassi e infestanti è la prima operazione da fare prima della semina.

Seminare il prato

Arriviamo alla semina vera a propria. 
Calcola quanti semi a metro quadro distribuire sul terreno, solitamente sono riportate indicazioni specifiche sulla confezione delle sementi acquistate.

Ora, per avere tra qualche mese un bel tappeto erboso omogeneo, è fondamentale seminare in maniera uniforme.

I metodi di semina sono due:

  • impiegando un carrellino spargiseme  (è un carrellino forato dotato di coclea interna da trainare manualmente), oppure
  • distribuendo a mano una miscela di semi e sabbia in rapporto 50/50 effettuando due passate incrociate, orizzontalmente e verticalmente.

Una volta distribuiti i semi, devi interrarli leggermente passando la superficie del terreno con un rastrello, oppure coprendoli con sottile strato di terriccio. Così facendo li proteggerai da sole e animali.

Non resta che annaffiare e aspettare la crescita della prima erba.

Hai pensato all’impianto di irrigazione?

La semina del prato è l’occasione giusta per considerare l’istallazione di un impianto di irrigazione automatico.
Istallarlo in questa fase, permette di risparmiare, oltre che denaro, lavori di scavo e di posa che mettono sotto sopra il giardino.

Impinto-irrigazione-prato-vicenza

Qual è il segreto per avere un prato bello e sano?

A determinare la bellezza di un tappeto erboso sono diversi fattori: condizioni atmosferiche, esposizione, irrigazione e nutrimento, presenza di animali nel terreno, calpestio, ecc.
Per avere un bel prato è necessario dedicarvi molte attenzioni, ma una semplice analisi del suolo prima della semina può agevolare molto i lavori di manutenzione del giardino futuro.

L’analisi del suolo consiste nella valutazione del ph del terreno. Se il terreno è acido (ph < 5) prima di seminare si potranno fare trattamenti alcalinizzanti a base di gesso o calce. Viceversa, se il terreno è alcalino (ph > 7,5) basterà aggiungere al terreno della torba acida e concimi a base di solfato ammonico.

Vuoi saperne di più sulla semina del prato
e la realizzazione di giardini?

Inviaci la tua richiesta
Autore

Dove siamo

Il punto vendita Vivai Filippi - Eden del Fiore ha sede
a CREAZZO (Vicenza) in Via Spino 46,
Tel. 0444 340881
Aperti dal Lunedì alla Domenica
8:30 - 12:30 | 14:30 - 19:00
Vuoi ricevere consigli ed offerte?
Iscriviti alla nostra newsletter
Non mostrare più