Come decorare con le piante grasse: 3 idee DIY

In passato sono state considerate piante di serie B per la loro facile manutenzione, oggi finalmente le succulente sono tornate alla ribalta recuperando un posto d’onore nella realizzazione di giardini e balconi, in casa e in ufficio e addirittura nei bouquet di matrimonio.

Oggi ti mostreremo come decorare casa con le piante grasse attraverso 3 semplici idee da copiare immediatamente. Lasciati contagiare dal trend cactus!

Facili da mantenere ed economiche. Ci sono così tanti tipi di piantine grasse: scegli le tue!
Facili da mantenere ed economiche. Ci sono così tanti tipi di piantine grasse: scegli le tue!

Mini giardini di piante grasse

Al posto del solito vaso, scegli una cassettina di legno per un tocco shabby

Le succulente sono un grande, grandissimo gruppo di famiglie: Cactaceae, Agavaceae, Aloaceae, Crassulaceae.
Minuscole o giganti, con o senza spine, tozze o affusolate… in commercio si possono trovare piante grasse per ogni gusto. Sono bellissime singolarmente, dentro vasi o contenitori di recupero, ma ancora più belle e d’effetto accostate fra di loro in un giardino in miniatura.

Creare questo tipo di composizione con le succulente è molto semplice. Per prima cosa scegli il contenitore adatto – ampio ma non troppo profondo – tenendo conto dello spazio a tua disposizione e dello stile d’arredo della tua casa. Sei appassionata di shabby-chic? Un vecchio tegame smaltato o delle tazze da tè a fiori faranno al tuo caso. Con un arredo più minimale, di gusto scandinavo invece, puoi recuperare una cassettina di legno, un vaso di vetro o in metallo per un effetto contemporaneo.

E se invece del vaso usassi una vecchia tazza?

Ora che hai scelto il contenitore, acquista quante piante grasse possono stare al suo interno tenendo conto di eventuali elementi decorativi extra. Se vuoi creare un mini giardino, nulla ti vieterà di inserire oggetti in miniatura – panchine, casette, sedie –  per rendere la tua composizione un mondo vegetale in taglia XXS.

Aggiungi piccoli oggetti per personalizzare il tuo mini-giardino

Nell’acquisto delle succulente, cerca di creare una composizione equilibrata scegliendo piante grasse di varia altezza, così da garantire luce e riciclo di aria omogeneo a tutte quante.

Hai selezionato i tuoi “cactus”? Ora procurati della ghiaia di piccolo diametro e crea uno strato di 1-2 cm sul fondo del tuo vaso ben pulito.

Questa base eviterà eventuali ristagni idrici. Quindi aggiungi del terriccio e rinvasa le piantine creando la tua composizione. Disponi le piantine secondo un ordine di altezza. Ad esempio, se il tuo mini-giardino diventerà un centro tavola le piante più alte staranno al centro del vaso, le più basse verso l’esterno. Se invece posizionerai la composizione sul davanzale, davanti ad una finestra, concentra le succulente più alte su un lato e le più piccole su quell’opposto. Così facendo, tutto il giardinetto avrà il giusto apporto di luce.

Terrari di succulente

La moda dei terrarium va di pari passo a quello delle succulente: tenere in casa o sulla scrivania uno di questi oggetti di vetro contenenti al loro interno dei piccoli ecosistemi è ormai una tendenza irresistibile! E perché non farsi contagiare dal trend quando è facile da realizzare e anche da mantenere?

Cosa occorre:

  • un contenitore di vetro dotato di tappo (può essere una teca, ma anche un semplice vaso. Spazio alla fantasia!)
  • ghiaia o argilla espansa
  • carbone vegetale
  • terriccio
  • muschio
  • piantine (quante a seconda della grandezza del contenitore)

Una volta scelto il vetro, lavalo per bene e crea degli strati, prima di ghiaia o argilla espansa (per il drenaggio dell’acqua), poi di carbonella (per assorbire l’umidità in eccesso che si crea nel contenitore chiuso) e quindi di terriccio. Disponi le piantine considerando, come nel caso di prima, l’altezza delle varie succulente. Infine, una volta compattato il terreno, copri la superficie con il muschio.

Bagna con un po’ di acqua, chiudi il contenitore e goditi lo spettacolo!

Kokedama di piante grasse

Gli appassionati di giardinaggio, come pure gli amanti del design d’interni, sicuramente già conoscono questa tendenza green arrivata dal Giappone. I kokedama sono delle composizioni vegetali pensili, composte da piante coltivate all’interno di una palla di terriccio ricoperta di muschio.

Potenzialmente, i kokedama possono essere realizzati con qualsiasi tipo di pianta, ma se composta da succulente diventa ovviamente molto più facile da mantenere rispetto a qualsiasi altra alternativa.

Vediamo cosa serve per creare questo tipo di installazione verde:

  • una pianta grassa (l’Echeveria è molto bella e d’effetto);
  • muschio
  • terriccio
  • akadama (argilla giapponese utilizzate per i bonsai)
  • spago o corda

Si inizia dalla preparazione di quello che fungerà da “vaso” alla pianta, ovvero dalla preparazione della palla di terriccio. La dimensione della palla dipende dalla pianta, deve essere sufficientemente grande da ospitare le sue radici. Come si realizza: in un contenitore, mescola assieme terriccio e argilla, aggiungendo poca acqua alla volta, fino a creare un impasto umido, omogeneo e compatto, che non si sgretola.

Estrai la piantina dal vasetto e libera delicatamente le radici dal panetto di terra. Se sono troppo lunghe, puoi spuntarle, favorendone la crescita. Quindi, crea un buco nella palla precedentemente composta e inserisci la pianta al suo interno.

Adesso, con le mani pulite, ricopri la palla di muschio cercando di farlo aderire bene alla superficie. Una volta creato questo film di muschio, puoi immergere il kokedama, fino al colletto della pianta, in una bacinella piena d’acqua per qualche ora. Trascorso questo tempo, togli la tua creazione dall’acqua e lasciala riposare per una decina di giorni sopra un piano. Dopo questa fase utile a stabilizzare radici e muschio, puoi avvolgere la palla del tuo kokedama con dello spago. Altro non resta che appenderla nel punto preferito della casa o dell’ufficio.

Autore

Dove siamo

Il punto vendita Vivai Filippi - Eden del Fiore ha sede
a CREAZZO (Vicenza) in Via Spino 46,
Tel. 0444 340881
Aperti dal Lunedì alla Domenica
8:30 - 12:30 | 14:30 - 19:00
Vuoi ricevere consigli ed offerte?
Iscriviti alla nostra newsletter
Non mostrare più